Rifiuti, Ghera: Grillini chiedano scusa ai romani. Città sporca, assessore ambiente si dimetta

“Se da una parte è inaccettabile che il Direttore Generale di Ama, azienda pagata dai cittadini esattamente come il suo stipendio, si permetta di offendere i romani dicendo che ‘se i cassonetti sono sporchi è per l’inciviltà dei romani e non per un disservizio di Ama’, dall’altra proprio su Bina si consuma l’ultima guerra interna dei grillini. Il Dg, infatti, rischia di essere silurato per aver risposto in modo arrogante alla mail di un cittadino, i 5 Stelle quindi vogliono utilizzare Bina come tiro al piccione per nascondere, di fatto, l’incapacità nella gestione dei rifiuti a Roma. In Ama, come del resto nelle altre municipalizzate – come nel caso di Atac – i grillini anziché rilanciare la società continuano a fare nomine e a regalare poltrone, tant’è che sembrerebbe – come riposta la stampa – che sta per arrivare in Ama direttamente da Livorno il nuovo Direttore Operativo. La realtà è che le strade sono sporche, i cassonetti stracolmi, la raccolta differenziata fa mezzo passo avanti e due indietro e il Tmb di via Salaria sta ancora in piedi con buna pace delle promesse elettorali della Raggi. Bina chieda scusa ai romani e l’assessore all’Ambiente, ultimo artefice grillino del fallimento delle politiche sui rifiuti a Roma, dovrebbe dimettersi”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi-An in Campidoglio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.